Algarve

Algarve: meta turistica multisfaccettata

Regione del sud del Portogallo, contornata da un vasto mare con tante sfumature di blu, l’Algarve è conosciuto a livello internazionale per il suo clima mite e soleggiato, le sue spiagge, il suo turismo di qualità, il suo carattere cosmopolita e la vivacità delle sue città, dove il divertimento è garantito durante tutto l’anno.   In realtà, la regione dell’Algarve è questo e molto altro. E tutto è a portata di mano.

 

L’Algarve è la provincia più meridionale del Portogallo.  Confina a nord con l’Alentejo, ad ovest e a sud con l’oceano Atlantico e ad est con la Spagna, attraverso il fiume Guardiana.   Tra tutte le regioni del Portogallo è quella che, per ragioni storiche e geografiche, si presenta più chiaramente definita, essendo stata l’ultima parte del territorio nazionale ad essere sottratta al dominio mussulmano.

 

L’origine del nome risale all’occupazione araba:  al-Garb significa il paese in cui tramonta il sole.  Geograficamente, possiamo individuare tre sottoregioni naturali che si distinguono anche per gli stili di vita delle popolazioni locali:  la serra, il barrocal e il litorale. Unite dalla rete stradale i cui assi principali sono l’autostrada A22 (Via Infante D. Henrique) e la Strada Nazionale 125, queste sottoregioni offrono, infatti, diversi percorsi per esplorare l'Algarve.  

 

È inoltre comune suddividere l’Algarve in Barlavento e Sotavento.  Questa suddivisione prende origine dal regime dei venti che soffiano nella regione.  Il Barlavento corrisponde alla fascia litorale meridionale dove soffia il vento freddo del nord, mentre il Sotavento corrisponde alla fascia litorale che si estende fino al fiume Guadiana.  Il Barlavento, la parte occidentale dell’Algarve, comprende i comuni di Aljezur, Vila do Bispo, Monchique, Lagos, Portimão, Silves, Lagoa, Albufeira e parte del comune di Loulé.  La zona del Barlavento occupa una superficie di 2782 Km2, che equivale al 56% dell’area complessiva della regione.        Il Sotavento corrisponde alla parte orientale dell’Algarve e occupa una superficie di 2200 Km2. Comprende i comuni di Alcoutim, Castro Marim, Vila Real de Santo António, Tavira, Olhão, Faro, São Brás de Alportel e alcune zone del comune di Loulé (Ameixial e Salir).  Faro è la città più importante nonché il capoluogo della regione.

 

La serra occupa tutta la parte settentrionale della regione, compresa la costa occidentale. In questa sottoregione spicca la Serra di Monchique, meta storica del turismo sanitario e termale in Portogallo.  Oggi, con la sua offerta di ville spa, è la destinazione ideale per divertirsi, riposarsi e stare in contatto con la natura.   La salita della Serra di Monchique, verso Fóia, rivela i paesaggi di montagna e culmina con una vista panoramica che si estende dal punto più alto dell'Algarve, a quasi 1000 metri di altitudine, fino al Capo di São Vicente, a Sagres, l’estremità sudoccidentale d’Europa.   Lungo il cammino è doveroso provare i sapori della serra, come quelli dei salumi, del maiale nero o dei dolci tradizionali, accompagnati dal Medronho, bevanda ad alta gradazione alcolica, o dalla Melosa, liquore a base di miele tipico della regione.  Monchique merita di sicuro una visita ma la serra dell’Algarve offre anche località come Alcoutim, nel Sotavento, e Aljezur, suo punto d'incontro con il mare.

 

Il percorso per il barrocal e la costa del Barlavento si snoda lungo le carismatiche città di Albufeira, Silves, Portimão, Lagos, Praia da Luz, Vila do Bispo, Sagres e Aljezur.    A causa del suo tessuto urbano affacciato sul mare, l'intera vita economica e sociale si concentra lungo una stretta fascia litorale. Commercio, cultura, movida: è qui che ha luogo tutto. 

 

I ristoranti, dai sapori genuini come quello del pesce fresco alla griglia, o dai sapori elaborati di una cucina più sperimentale, segnano generalmente l'inizio di una serata che si prolunga fino al nascere del sole. I bar, i club, le discoteche trendy e le sale da gioco, come il Casinò di Vilamoura o quello di Praia da Rocha, rendono giustizia alla fama della vita notturna locale.  Il giorno, invece, può essere speso alla scoperta dei diversi monumenti e luoghi storici che riflettono il ricchissimo passato della regione.  L’emblematico Castello di Silves, il Forte Ponta da Bandeira, a Lagos, la Fortezza di Sagres e i monumenti megalitici di Vila do Bispo ne sono solo alcuni esempi.

 

 Le strutture culturali offrono svariate possibilità durante tutto l’arco dell’anno.  È il caso del Tempo, il Teatro Municipale di Portimão, e del Centro Culturale di Lagos, spazi destinati a mostre e spettacoli. Di quest’offerta culturale fa parte anche Allgarve, un programma di eventi di diverso tipo che si svolge ogni anno fra i mesi di febbraio e dicembre.

 

Agli amanti dello sport l’Algarve offre condizioni ineguagliabili.  La recente creazione dell’Autodromo Internazionale dell’Algarve, fra Portimão e Lagos, ha situato il Barlavento nel circuito delle grandi competizioni, facendo della regione una meta sportiva importante anche nell’automobilismo oltre che nel golf, nell’ippica e nel ciclismo.   E le spiagge, con le loro acque serene verso sud e agitate lungo la Costa Vicentina, sono adatte alla pratica dei più svariati sport nautici, come il canottaggio, il windsurf, il bodyboard e il surf.  Sia che si tratti di ampie distese che di piccole strisce di sabbia nascoste tra le rocce che si stagliano sul mare, le spiagge della regione sono senza dubbio un forte attrattivo.   Una ragione in più per partire alla scoperta dell’Algarve.


http://www.visitalgarve.pt/visitalgarve/vPT/
http://www.allgarve.pt/V2/
www.autodromoalgarve.com.pt
http://www.teatromunicipaldeportimao.pt/
http://5entidos.net/site/index.php
http://www.ana.pt/portal/page/portal/ANA/AEROPORTO_FARO/